Coffeeble è supportato dal lettore. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione senza alcun costo per te. Per saperne di più.

Storia e origine del caffè e come ha cambiato il nostro mondo

Gli scienziati ci dicono che esiste un numero infinito di universi alternativi, tutti con le proprie realtà e storie uniche. Fortunatamente, l'universo in cui viviamo è quello in cui gli abitanti di un piccolo pianeta blu, che gira intorno a un sole insignificante, hanno accesso al miracolo che è il caffè.

Quando leggi la storia del caffè e la serie di scoperte accidentali che hanno portato alla tua tazza di sanità mentale mattutina, ti rendi conto di quanto siamo arrivati ​​​​al punto di essere una di quelle linfa negli altri universi. Quelli in cui devono sopportare il lunedì senza caffeina.

Ora vi riporto all'inizio e vi racconterò la storia e le leggende dietro la scoperta del caffè. Questa non sarà una lezione di storia come quelle che la vecchia signorina Grundy ha tenuto in prima media. Preferisco uno stile più divertente e divertente.

Contenuti

Chi ha scoperto il caffè?

Ci sono due (su tante) leggende che rivendicano la scoperta del caffè.

A seconda di chi chiedi, dobbiamo ringraziare uno sceicco yemenita disperato con un senso di avventura culinaria o alcune capre che hanno aiutato a tenere svegli i monaci in chiesa.

Legenda n. 1: Sheikh Omar di Mocha, Yemen

un'illustrazione della città di Mocha
Veduta della città di Mocha; Jacob van Meurs [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

Nel 1258 dC lo sceicco Omar, il fondatore della città di Mocha, fu spinto dai suoi nemici nel deserto insieme ai suoi sostenitori dove pensavano che sarebbero morti di fame.

Omar inciampò in un cespuglio con delle strane bacche rosse e pensò:

"Morirò comunque, quindi potrei anche cogliere l'occasione e masticare questi".

Erano estremamente amari e, visto che non lo avevano avvelenato, cercò di renderli appetibili arrostindoli. I suoi uomini non dovevano essere stati decisamente impressionati dalle sue abilità culinarie perché ora i fagioli erano meno amari ma ora erano troppo duri per essere masticati.

“Facciamole bollire e vediamo cosa succede”, disse un bravo ragazzo.

I fagioli rimasero immangiabili ma nella loro disperazione bevvero l'acqua marrone risultante. Di conseguenza Omar e i suoi uomini non così allegri si sono sentiti molto più eccitati all'improvviso.

Ancora ronzanti dalla loro prima tazza di caffè tornarono a Mocha, condividerono la loro scoperta e apparentemente Omar fu fatto santo.

Meritatamente così, giusto?

Legenda n. 2: Il pastore di capre dall'Abissinia (ora Etiopia)

La leggenda più antica e popolare racconta di un pastore di capre arabo in Abissinia, ora chiamato Etiopia, chiamato Kaldi, il cui percorso professionale nel IX secolo era simile al tuo ma con meno traffico al mattino.

Vicino a uno dei monasteri le capre mangiavano le bacche rosse dai cespugli che crescevano lì e iniziavano ad andare in overdrive, rimbalzando dappertutto.

Kaldi, infastidito dal fatto che il suo staff si sentisse chiaramente molto più energico della direzione, se ne è lamentato con un monaco locale.

un'illustrazione di Kaldi, l'uomo che ha "scoperto" la pianta del caffè
Kaldi il capraio; Titolo: Tutto sul caffè; Autore: William H. Ukers; gutenberg.org

Il monaco, che si era addormentato durante le loro maratone di Ge'ez per tutta la notte, pensò: "Devo prendermene un po'!".

Dopo aver fatto bollire i fagioli e aver bevuto il liquido, si sentì gli occhi luminosi e la coda folta per tutta la messa successiva. Dopo aver condiviso la sua scoperta con i suoi compagni monaci, tutti hanno convenuto che era un secondo passo per trasformare l'acqua in vino e c'era molta gioia. Amen.

Mi piace molto quello con le capre, quindi è più o meno in quel periodo che iniziamo la nostra cronologia della storia del caffè.

Correlata: Guida al caffè etiope

Il caffè nel medioevo

900 - 1599

medico arabo Rhazes
Ritratto di Rhazes (al-Razi) (865 – 925 d.C.); Vedere la pagina per l'autore [CC BY 4.0 tramite Wikimedia Commons)

~900
Rhazes dice che fa bene al mal di stomaco

Il geniale dottore iraniano Razzia mentre scrive il precursore dei libri del dottor Oz scrive di qualcosa che chiama bunca o bunca.

Lo descrive come "caldo e secco e molto buono per lo stomaco.bunca o bunca.

~1000
Avicenna Bukhara promette un buon odore

Avicenna Buchara era un medico e filosofo musulmano dell'Uzbekistan, che scriveva delle cose meravigliose che il caffè fa per te e, come Rhazes, lo chiamava "bunchum".

Lo ha detto “fortifica le membra….e dona un ottimo odore al corpo".

Avicenna Buchara
Avicenna Bukhara (980-1037)

1258
Lo sceicco Omar crede nell'acqua marrone

Lo sceicco Omar dice alla sua banda di soldati affamati, 

“ Credetemi ragazzi. Bevi quest'acqua misteriosa marrone. Probabilmente andrà bene”.

Salva la situazione e usa il caffè per portare una piacevole sensazione di caffeina e pace nella Moka.

1414
Caffè non nella lista "No-Go" alla Mecca

Il caffè colpisce le strade della Mecca.

Il profeta Maometto morì nel 632 d.C., molto prima che si conoscesse il caffè, quindi non faceva l'elenco dei no-no come facevano gli alcolici.

Uff. Un sospiro di sollievo collettivo si alzò per tutta la Mecca.

grande moschea alla Mecca
Grande Moschea della Mecca, illustrazione d'epoca incisa (1886 – 1891). — Vettoriali di Morphart, depositphotos.com
porto ottomano porto turco istanbul costantinopoli
Disegno raffigurante un immaginario antico commercio ottomano. — Vettoriali di erryan, depositphotos.com

1453
Gli ottomani (non le sedie) 

Gli ottomani (non le sedie, le persone) introducono il caffè a Costantinopoli (Istanbul).

I turchi alla fine approvano una legge che dice che una donna può divorziare dal marito se lui non glielo dà abbastanza spesso. Caffè, appunto.

1475:
Nessun Wi-Fi nella caffetteria di Istanbul

La prima caffetteria apre a Istanbul in un luogo chiamato Kiva Han. Alcuni turchi dicono che il caffè è arrivato loro solo nel 1517, quindi chissà.

L'unica cosa che possiamo dire con certezza è che non c'era la connessione Wi-Fi gratuita.

porto di moca

1500
Diffondi l'amore per il caffè dalla moka

La città portuale di Mocha inizia a diffondere l'amore.

Le persone iniziano a rendersi conto dell'opportunità di affari che il caffè offre e spediscono il caffè da questo porto dello Yemen all'Egitto e al Nord Africa.

1511
Il governatore della Mecca giustiziato per non aver gradito il caffè

Il governatore della Mecca vieta il caffè perché la gente continua a parlare di politica bevendolo.

Le caffetterie sono chiuse dappertutto e naturalmente la gente si ribella.

Il buon senso prevale quando il Sultano d'Egitto dice che il caffè è sacro, fa giustiziare il governatore ed è normale.

Sultano d'Egitto Al-Ashraf Qansuh al-Ghawri
Ritratto del sultano d'Egitto
Di Paolo Giovio (1483-1552) [Pubblico dominio], tramite Wikimedia Commons
Caffè turco nel diciassettesimo secolo
Caffè turco del XVII secolo
Titolo: Tutto sul caffè; Autore: William H. Ukers
gutenberg.org

1575
Più caffetterie in Medio Oriente

Le caffetterie iniziano a spuntare in Egitto, Turchia e Siria con le città del Cairo, Istanbul e Aleppo in testa.

1576
Botanico tedesco Interessato solo al caffè, non all'erba

botanico e medico tedesco Leonardo Rauwolf ritorna dai suoi viaggi ad Aleppo in Siria dopo aver appreso del caffè che chiama chaube.

Non ci sono prove che abbia preso parte a nessuna delle piante più "interessanti" coltivate in Medio Oriente per la "ricerca", ma chi lo sa.

foglia d'erba d'epoca
Leonhard Rauwolf
Di Leonhard Rauwolf (1535-1596) ("Rigentliche beschreibung...") [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

1582
Rauwolf ha scritto del caffè

Rauwolf diventa il primo europeo a fare riferimento stampato al caffè.

1592
Alpini scrive di caffè in "Le piante d'Egitto"

1592: Un altro botanico/medico di nome Prospero Alpini riporta il caffè in Italia dopo il suo viaggio in Egitto.

​Diventa il primo a stampare una descrizione della pianta e della bevanda nel suo libro intitolato "Le piante d'Egitto".

Deve essere stato un libro piuttosto breve se hai visto tutta la sabbia che hanno lì.

Ma a difesa dell'Egitto, non è tutta sabbia, sono stati un importante produttore di cibo per l'Europa e la Turchia, quindi in realtà hanno molte piante lì!

Prospero Alpini
attribuito a Leandro Bassano [Pubblico dominio], tramite Wikimedia Commons
Carlo de l'Ecluse
Attribuito a Jacob de Monte (Hoogleraren Universiteit Leiden) [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

1596
Italiani e francesi parlano di semi usati per fare liquidi

Il botanico e scrittore italiano Onorio Belli fa il primo riferimento al caffè in Francia quando scrive a Charles de l'Ecluse, medico, botanico e viaggiatore francese di “semi usati dagli egizi per fare il liquido che chiamano grotta”.

Finite le polemiche tra francesi e italiani come deve essere fatto il caffè persistere da allora.

1598
Gli olandesi e le caffetterie

Gli olandesi, non contenti del loro formaggio, cominciano a interessarsi al caffè, come viene menzionato dal viaggiatore olandese Paludanus in una nota nei Viaggi di Linschoten.

Se solo sapesse quale sarebbe stata la vera attrazione dei coffee shop olandesi.

Van Linschoten
Vedi la pagina per l'autore [pubblico dominio], tramite Wikimedia Commons
Sir Anthony Sherley
Di Dominicus Custos [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

1599
"Quei dannati infedeli e il loro caffè", The English Cursed

Gli inglesi entrano in azione con la prima menzione stampata di una bevanda chiamata “coffe”.

Raccontando i suoi viaggi in Medio Oriente, Anthony Sherley scrive di "maledetti infedeli che bevono un certo liquore, che chiamano caffè".

Sherley era una specie di blogger di viaggio/difensore coloniale. Puoi solo immaginare i selfie se all'epoca avessero Instagram.

Il caffè nella storia moderna

1600 - 1699

1600
Il controllo delle frontiere necessita di miglioramenti

Baba Budan fa un pellegrinaggio alla Mecca e gode dell'illuminazione spirituale e del suo primo sballo di caffeina.

Contrabbanda sette chicchi di caffè nei suoi vestiti durante il suo viaggio di ritorno dallo Yemen alla sua casa in India.

La dogana e gli agenti di frontiera erano molto meno accurati all'epoca.

Itinerario di Baba Budan dalla Mecca all'India
Sir Anthony Sherley
Di Dominicus Custos [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

1601
Caffè rispetto ai semi di senape

Per la prima volta la parola moderna per caffè Coffe è stata usata in forma stampata in Sir Antonie Sherlies Travellers.

William Parry, uno del partito Sherley ha scritto:
"...bevendo un certo liquore, che chiamano Coffe, che è fatto di semi di senape molto simile a quello di senape, ..."

1603
Ehi Capitan Smith! Coffa è!

Un altro inglese, il capitano John Smith, cita "Coffa" nel suo libro Viaggi e avventure.

Questo è lo stesso John Smith di Pocahontas (1) fama che fu il primo a portare la conoscenza del caffè in Nord America nel 1607. 

Capitano John Smith
Il capitano John Smith [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons
rotte commerciali venezia
Rotte commerciali veneziane per utente: Nikater [dominio pubblico, dominio pubblico, GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) o CC BY-SA 4.0-3.0-2.5-2.0-1.0 (https:/ /creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0-3.0-2.5-2.0-1.0)], tramite Wikimedia Commons

1615
Gli italiani iniziano a vendere caffè

I commercianti veneziani iniziano a vendere caffè nell'Europa occidentale per la prima volta ignari delle migliaia di turisti predoni che alla fine usciranno dalle navi da crociera per lamentarsi dei prezzi elevati di un espresso singolo.

1637
Primo libro in inglese sul caffè: è necessario un caffè stancante

The Diary and Correspondence of John Evelyn è una lettura da far venire l'acquolina in bocca, ma ha l'onore di essere il primo documento affidabile che menziona il caffè in Inghilterra.

John racconta di un uomo greco che visitò il suo college e bevve caffè. Dice anche che la bevanda ha preso piede solo 30 anni dopo.

Gli inglesi erano sempre un po' indietro quando si trattava di questioni culinarie.

Giovanni Evelyn, 1687
Ritratto di John Evelyn di Godfrey Kneller [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons
Nuova Amsterdam nel 1664
Veduta di New Amsterdam 1664 di Johannes Vingboons [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

1640
Il caffè diventa mainstream ad Amsterdam e New York

Gli hipster rabbrividiscono quando il caffè inizia a diventare mainstream. La prima quantità commerciale di caffè viene venduta ad Amsterdam e viene venduta anche a New Amsterdam, ora chiamata New York.

Le caffetterie di Amsterdam alla fine venderanno più erba che caffè, mentre New York insiste che l'uso medicinale è tutto ciò che è consentito.

Nonostante la loro propensione per la legislazione, i newyorkesi possono ancora ordinare il caffè senza prescrizione medica.

1650
Primo caffè in Inghilterra

Finalmente il primo caffè d'Inghilterra viene aperto a Oxford da un uomo ebreo chiamato Jacob. Il caffè è stato aperto presso l'Angelo nella Parrocchia di San Pietro nella chiesa di levante.

Il potenziale conflitto di interessi basato sulla fede non sembrava smorzare l'astuto senso degli affari di Jacob e nessun altro sembrava preoccuparsi dopo la prima tazza.

C'è ancora un caffè nello stesso sito oggi chiamato The Grand Cafe.

caffè del 17° secolo
Caffetteria del 17 ° secolo in InghilterraDi Bodleian Library, University of Oxford (Bodleian Library, University of Oxford) [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons
caffè londinese del diciassettesimo secolo
Una caffetteria londinese del 17° secoloTitolo: All About Coffee; Autore: William H. Ukersgutenberg.org

1652
Primo caffè a Londra

Due anni dopo la prima caffetteria di Londra avrebbe accolto i suoi primi clienti.

Pasqua Rosée, vedendo quanto stava andando bene la sua impresa londinese, si recò in Olanda nel 1654 per aprire il primo caffè olandese e iniziò a far appassionare gli olandesi alla caffeina.

Il caffè potrebbe essere una droga di passaggio?

1660

I francesi diventano dipendenti dal caffè

Alcuni mercanti francesi di Marsiglia avevano stabilito una base nel Levante per alcuni anni e avevano coltivato una rispettabile dipendenza dal caffè.

Volevano tornare in Francia, ma l'assenza di caffè era una prospettiva terrificante, così hanno portato con sé dei chicchi.

foto graffiata della torre eiffel sulla mappa con parigi
Luigi XIV di Francia
Luigi XIV di Francia
Hyacinthe Rigaud [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

1669
Il caffè diventa popolare in Francia

Suleiman Aga, un ambasciatore dell'impero ottomano, visita il re francese Luigi XIV a Versailles, ma indossa solo un semplice cappotto di lana e si rifiuta di inchinarsi a lui.

Louis ha un attacco e bandisce Suleiman a Parigi. In un fantastico gioco di superiorità Suleiman organizza elaborati coffee party in cui introduce le donne parigine dell'alta società al caffè.

Adottano le mode turche che i camerieri indossano nei loro modelli e il caffè diventa popolare in Francia.

1670
Il caffè arriva finalmente in Germania

Mentre il tedesco Leonard Rauwolf potrebbe essere stato il primo a fare una menzione stampata della bevanda, ci sono voluti quasi 100 anni prima che il primo caffè fosse effettivamente bevuto in Germania.

È decollato rapidamente con le caffetterie che spuntavano in tutta la Germania.
La prima caffetteria in Germania aprì nel 1673 a Brema.

È anche un po' imbarazzante che uno dei primi caffè di Amburgo sia stato aperto da un inglese nel 1679.

Awkward.

caffè in Germania metà del diciassettesimo secolo
Coffee House in Germania Metà del 17° secoloTitolo: All About Coffee; Autore: William H. Ukersgutenberg.org
Pascal vende caffè alla fiera di St Germain
Il caffè è stato venduto e servito pubblicamente per la prima volta alla Fiera di St.-GermainTitle: All About Coffee; Autore: William H. Ukersgutenberg.org

1672
Prima tenda da caffè francese

Un uomo armeno di nome Pascal apre uno stand alla Fiera di St. Germain in Francia e presto ogni città della Francia ha un caffè.

Non è documentato ma dalla recente esperienza in Francia presumiamo che i prezzi fossero esorbitanti e il servizio terribile.

Il caffè nell'era della rivoluzione

1700 - 1799

esempio di libro d'epoca

1707:
La prima rivista di caffè della Germania

I tedeschi stavano prendendo sul serio il caffè, come avrebbero dovuto, e fu pubblicata la prima rivista sul caffè chiamata La nuova e curiosa caffetteria.

Il titolo completo del periodico era

The New and Curious Coffee House, già in Italia ma ora aperta in Germania. La prima dissolutezza con l'acqua. "Città del pozzo". Brunnenstadt di Lorentz Schoepffwasser.

 Wow!

1721:
Primo Coffee Shop a Berlino, Germania

Il primo coffee shop apre a Berlino e il re Federico Guglielmo I ne è un grande fan.

Dice all'inglese che gestisce la caffetteria che non deve pagare l'affitto finché mantiene il caffè in movimento.

Federico Guglielmo I 1713
Friedrich Wilhelm I 1713 di Samuel Theodor Gericke [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons
Johann Sebastian Bach
Johann Sebastian Bach
Elias Gottlob Haussmann [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons
https://www.youtube.com/watch?v=VuWJ3OA0OuI

1732:
Bach scrive un'operetta sulle abitudini di consumo del caffè dei sassoni

Il caffè non è stato solo l'ispirazione dietro le tue ore notturne in ufficio.

Nel 1732 Johann Sebastian Bach scrisse: “Ho bisogno di prendere un caffè, un caffè; se vuoi farmi un regalo, versami una tazza di caffè,”.

I poveri iniziarono a brontolare perché non potevano permettersi il caffè. La classe superiore e alcuni medici hanno diffuso voci secondo cui il caffè causava la sterilità, quindi i poveri non dovrebbero comunque preoccuparsene.

Bach ha continuato a comporre la sua Cantata al caffè in segno di protesta.

1777:
Frederick The Great Issues Il famoso Manifesto della birra e del caffè

Il re Federico II era meno fan del caffè del suo predecessore. Non era il gusto che lo infastidiva, ma quanti soldi scorrevano dalle casse tedesche e nei conti di mercanti stranieri.

Ha pubblicato il suo Manifesto della birra e del caffè nel tentativo di convincere la sua gente che dovrebbe continuare a bere birra tedesca, ma alla fine la gente ha semplicemente detto:

"Ehi, perché non ne beviamo in abbondanza entrambi?"

Re Federico il Grande Ritratto
L'unico ritratto per cui Federico si sia mai seduto personalmente (di Ziesenis, 1763)
[Pubblico dominio], tramite Wikimedia Commons

1781
"Sono il ragazzo che decide chi ottiene la licenza per arrostire", dice il re Federico

Re Federico dice:

"OK, puoi avere il tuo dannato caffè, ma ti serve una licenza per tostarlo e io sono il ragazzo che decide chi ottiene una licenza."

Si scopre che ha consegnato le licenze solo ai suoi ricchi amici. Se hai mai assaggiato il caffè bruciato, sarai d'accordo sul fatto che una licenza per arrostire potrebbe non essere una cattiva idea.

Frederick in realtà commissionò ad alcuni dei suoi soldati feriti di andare in giro e annusare le persone che stavano tostando il caffè illegalmente.

1784
Vuoi il caffè? Ovviamente! Compra solo 50 sterline!

Alla fine anche il vescovo di Münster stava predicando

“Non arrostire”`

dal pulpito.

Ha pubblicato un manifesto in cui si diceva che si poteva bere il caffè a casa solo se ci si poteva permettere di comprare 50 sterline alla volta. Non sorprende che ci fossero meno persone nei banchi la settimana successiva.

Quelli che si sono presentati hanno dormito durante l'intero servizio.

Caffè durante la guerra civile

1800 - 1899

un ritratto di Benjamin Thompson
Benjamin Thompson [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons

1814
Thompson ha inventato il percolatore, perché è un ragazzo intelligente

Il caffè di allora non aveva proprio un ottimo sapore. Un fisico britannico di origine americana chiamato Sir Benjamin Thompson (2) pensiero

“Ehi, sono un ragazzo intelligente. Sicuramente c'è un modo migliore per fare il caffè”

e prontamente inventato il caffettiera a goccia e caffettiera. Ah, è meglio.

1822
Un tizio francese progetta la prima macchina per caffè espresso

A quel punto i francesi adoravano il loro caffè, ma l'idea di usare una macchina con radici americane e britanniche per fare la loro birra era semplicemente troppo.

Fortunatamente per loro un francese di nome Louis Bernard Rabaut progettò una macchina che utilizzava la forza del vapore per forzare l'acqua calda attraverso i fondi del caffè, dando vita all'espresso e salvando la faccia per la Francia.

Macchina per espresso primo brevetto angelo moriondo
Primo brevetto per macchina da caffè espresso a vapore 1884 di Angelo Moriondo [dominio pubblico o pubblico dominio], tramite Wikimedia Commons
bacche di caffè mangiate e passate dal gatto zibetto Kopi Luwak
Bacche di caffè Luwak @ fotoall depositphotos.com

1830
I coltivatori di caffè indonesiani consumano ora il caffè Kopi Luwak più costoso per caso

La produzione mondiale di caffè raggiunge i 2.5 milioni di sacchi all'anno, ma in alcuni luoghi è ancora ostacolata da atteggiamenti elitari.

In Indonesia i coltivatori di caffè non potevano raccogliere le proprie ciliegie di caffè. Per ottenere la loro soluzione raccoglievano le ciliegie di caffè da terra che erano state mangiate e passate da un luwak, o gatto zibetto asiatico.

Si è scoperto che i chicchi non digeriti producevano un caffè ancora migliore dei chicchi che non erano stati neanche lontanamente vicini al sedere di un gatto.

Kopi Luwak (3) era il caffè di un povero nel 1830, ma ora dovrai rimontare la tua casa per comprare una borsa.

1850
Primo impianto di torrefazione del caffè a San Francisco

William H. Bovee apre il primo impianto di torrefazione del caffè a San Francisco e poi quattro anni dopo lo vende a uno dei suoi dipendenti,

Jim Folger.

Sono passati più di 150 anni e Folgers non riesce ancora a tostare un caffè decente.

Vabbè, è stato un inizio.

james a folger - fondatore del caffè folgers
James A. Folger - Fondatore di Folgers Coffee
Fonte: Folgerscoffee.com (4)
caffè istantaneo vintage
Caffè istantaneo

1853
Il caffè istantaneo introdotto nella guerra civile

Se pensavi che la guerra civile americana fosse piuttosto brutta con tutte le sparatorie e le morti, immagina quanto sia stata terribile a causa del primo caffè istantaneo (5) essendo creato e venduto come “torte”.

Si dice che Robert E. Lee abbia detto:

"È un bene che la guerra sia così terribile, altrimenti ci affezioniamo troppo".

Lo stesso si potrebbe probabilmente dire per il caffè istantaneo.

Caffè durante le guerre mondiali

1900 - 1999

1901
Primo brevetto per macchina da caffè espresso commerciale di Luigi Bezerra

Luigi Bezerra brevetta il primo spot macchina per caffè espresso.

È enorme, sembra un'astronave e produce caffè amaro.

Tipi di macchine da caffè rapide italiane 1903-1904
Tipi di macchine da caffè rapide italiane 1903-1904Titolo: All About Coffee; Autore: William H. Ukersgutenberg.org
La Pavoni prima macchina per caffè espresso ideale
Modifica yBrochure publicitaire « La Pavoni » pour la France, 1912.il nostro testo didascalia qui

1905
“Luigi, hai torto, lasciami fare bene” dice Pavoni

Desiderio Pavoni ritiene che il problema sia che Luigi sta diventando troppo caldo e pesante. La Pavoni (6) acquista il brevetto e collabora con Luigi per ottenere la pressione e la temperatura giuste (195°F gradi e 9 BAR di pressione).

La nuova macchina può fare 1,000 colpi all'ora!

Dimentica i fratelli Mario, questi ragazzi sono i veri eroi italiani.

1906
Boo Roselio. Come potresti dire al mondo del decaffeinato?

Ludwig Roselius scopre accidentalmente il caffè decaffeinato dopo che un carico dei suoi chicchi di caffè è stato immerso nell'acqua di mare.

"Ehi Ludwig, questo caffè ha ancora un buon sapore, ma non ho alcun brusio."

Alla fine hanno iniziato a usare il benzene nel processo, il che va bene se non ti dispiace avere il cancro. Non lo usano più ma probabilmente è più sicuro evitare il decaffeinato. Nel caso in cui.

[Nota: questo Ludwig era un azionista di maggioranza della società Focke-Wulf durante la seconda guerra mondiale. L'altro azionista di maggioranza all'epoca? ITT, azienda americana. In realtà hanno chiesto il risarcimento dei danni che i loro interessi hanno subito dai bombardamenti alleati. Non puoi inventare questa roba.]

Ludovico Roselio 1905
Ludovico Roselio
Nicola Perscheid [dominio pubblico], tramite Wikimedia Commons
Referenze
  1. Vincent Schilling, The True Story of Pocahontas: Historical Myths Versus Sad Reality Estratto il 9 settembre 2017 da https://newsmaven.io/indiancountrytoday/archive/the-true-story-of-pocahontas-historical-myths-versus-sad- realtà-WRzmVMu47E6Guz0LudQ3QQ/
  2. Caffettiera Estratto da https://en.wikipedia.org/wiki/Coffee_percolator
  3. Kopi luwak Estratto da https://en.wikipedia.org/wiki/Kopi_luwak
  4. La nostra storia del caffè | Folgers Caffè | Folgers Coffee Estratto da https://www.folgerscoffee.com/our-story/history
  5. I soldati adoravano una tazza di caffè rinfrescante recuperata da https://www.historynet.com/soldiers-loved-a-refreshing-cup-of-coffee.htm
  6. Jimmy Stamp, The Long History of the Espresso Machine Estratto da https://www.smithsonianmag.com/arts-culture/the-long-history-of-the-espresso-machine-126012814/

Lascia un tuo commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Condividi via
Copia link