Coffeeble è supportato dal lettore. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione senza alcun costo per te. Per saperne di più.

Certificazioni caffè Confronto: cosa significano veramente biologico, commercio equo e solidale, foresta pluviale e altri

Vi siete mai chiesti cosa c'è di diverso certificazioni in grani di caffè intendi su un dato sacchetto di caffè?

Quando cerchi la tua prossima borsa di Joe, potresti vedere etichette che leggono Certificato di commercio equo. ora Rainforest Alliance

Bene, c'è un significato dietro quelle etichette e vorremmo spiegare le differenze tra loro in modo che tu possa essere consapevole delle implicazioni.

Biologico

Logo della certificazione biologica USDA

La missione della produzione di caffè biologico è "creare un sistema di agricoltura sostenibile verificato che produca cibo in armonia con la natura, sostenga la biodiversità e migliori la salute del suolo". 

La prima certificazione è stata rilasciata nel 1967 e alla fine si è sviluppata in un sistema riconosciuto a livello internazionale con produzione in tutto il mondo. 

Gli standard dell'USDA (1) devono essere rispettati e confermati quando si richiede questa certificazione. Per essere verificato per questo sigillo, non deve esserci uso di sostanze proibite sul terreno che il il caffè viene coltivato attivo per almeno tre anni. 

Quindi, questo può essere un processo lungo se ha fallito la prima volta. Queste sostanze includono pesticidi sintetici, erbicidi e fertilizzanti. Altri requisiti di certificazione includono un buffer tra il caffè e qualsiasi altra coltura non coltivata biologicamente, un piano che dimostri metodi che prevengono l'erosione del suolo e altri criteri di agricoltura sostenibile.

Le aziende agricole e le aree che coltivano caffè devono essere conformi a queste linee guida per poter essere certificate. In caso contrario, comporterà una nuova domanda e più tempi di attesa.

Ci sono anche implicazioni per il caffè acquistato nell'ambito del contratto di commercio equo e solidale. Maggiori informazioni possono essere trovate più avanti in questo post sul commercio equo e solidale.

Se il caffè biologico viene acquistato con tale certificazione, la cooperativa di produzione riceve un sovrapprezzo di 15 centesimi per libbra. Se non all'interno di un contratto di commercio equo, i produttori possono utilizzare la certificazione per negoziare un prezzo migliore per il loro caffè.

Scopri di più qui

Caffè del commercio equo e solidale

logo certificato commercio equo e solidale

I venditori cooperativi certificati Fair Trade ricevono un prezzo minimo per libbra, con un premio aggiuntivo se il caffè è anche certificato biologico.

Inoltre, i produttori ricevono il premio del commercio equo e solidale al di sopra del prezzo di acquisto che gli agricoltori investono democraticamente in base alle loro priorità.

Il termine Fair Trade viene solitamente utilizzato quando si discute della preoccupazione di alleviare la povertà attraverso una maggiore equità nel commercio internazionale. Ci sono molti prodotti, al di fuori del caffè, che possono essere certificati come “commercio equo”.

C'è una, principale organizzazione del commercio equo e normatore che è Fair Trade International (FLO) (2). L'etichetta Fair Trade è autorizzata esclusivamente da Fair Trade America negli Stati Uniti. I prodotti con questa etichetta soddisfano gli standard internazionali. Sfortunatamente, la certificazione non è disponibile per le fattorie o le proprietà di proprietà individuale o per quelle che fanno molto affidamento sul lavoro salariato. È disponibile solo per le cooperative o le associazioni di piccoli produttori organizzate democraticamente.

Un po storia dietro questa certificazione — La FLO è un'organizzazione con sede in Germania nata negli anni '1970. Collabora con 19 iniziative di etichettatura, tra cui TransFair USA, e tre reti di produttori tra cui America Latina, Asia e Africa. TransFair USA gestisce la certificazione del commercio equo e solidale dal 1998.

La missione dell'etichetta Fair Trade Certified è "sostenere una vita migliore per le famiglie di agricoltori nei paesi in via di sviluppo attraverso prezzi equi, accesso al commercio diretto, sviluppo della comunità e gestione ambientale".

Scopri di più qui

Rainforest Alliance

logo di certificazione dell'alleanza della foresta pluviale

La certificazione Rain Forest Alliance è interessante!

La missione di questo marchio è "integrare la conservazione della biodiversità, lo sviluppo della comunità, i diritti dei lavoratori e le pratiche agricole produttive per garantire una gestione completa e sostenibile dell'azienda agricola".

L'obiettivo del mercato di questa etichetta è globale, ma viene posta un'enfasi speciale su Nord America, Europa, Giappone e Australia.

Questa etichetta è nata nel 1992, quindi è abbastanza recente. È stato avviato dalla Rainforest Alliance, dalla coalizione di ONG latinoamericane e dalla Rete di agricoltura sostenibile (SAN) (3). La prima azienda agricola ad ottenere la certificazione risale al 1996.

Analogamente ad altre certificazioni, per ottenere la certificazione Rainforest Alliance, le aziende agricole devono soddisfare standard completi che coprano tutti gli aspetti della produzione, la protezione dell'ambiente, i diritti e il benessere delle famiglie di agricoltori e delle loro comunità locali.

L'obiettivo generale è di avere un impatto sulla gestione sostenibile dell'azienda agricola nel senso più olistico: i miglioramenti sociali, ambientali, economici ed etici sono la "pietra angolare del programma".

Il caffè certificato Rainforest Alliance è prodotto in 22 paesi dei tropici: Brasile, Colombia, Costa Rica, Repubblica Dominicana, Ecuador, El Salvador, Etiopia, Guatemala, Honduras, Indonesia e molti altri.

Scopri di più qui

Certificato Utz

Logo di certificazione UTZ Certified

La missione dell'etichetta Utz Certified (4) è quello di “raggiungere filiere agricole sostenibili, dove:

I produttori sono professionisti che implementano buone pratiche che consentono imprese, mezzi di sussistenza e ambienti migliori”.

L'obiettivo principale è fornire ai consumatori che sono stati acquistati dalla fattoria allo scaffale del negozio in modo sostenibile. 

Per ottenere la certificazione Utz, i fornitori devono seguire il nostro Codice di condotta, che offre una guida esperta su metodi di coltivazione migliori, condizioni migliori per gli agricoltori e cura della natura.

I paesi di origine includono: Messico, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Costa Rica, El Salvador, Colombia e Bolivia.

4 C Codice Comune

Certificazione logo 4C

Infine, il Codice Comune 4 C (5) è nato nel 2003 come progetto di partenariato pubblico-privato dell'industria del caffè e della cooperazione allo sviluppo tedesca.

Il suo scopo è avviare un dialogo multi-stakeholder per definire un codice di condotta mainstream per la sostenibilità.

Alla fine del 2009, 4C ha annunciato per il 2009 una crescita di oltre il 150% nelle vendite di caffè. Un numero impressionante per le vendite di caffè.

Questa etichetta è progettata per fornire agli operatori della catena di commercializzazione del caffè mezzi di sussistenza sostenibili, con una dimensione sociale, ambientale ed economica.

Il codice seguente si concentra sui precetti seguenti:

"La produzione di caffè può essere sostenibile solo a condizione che offra condizioni di vita e di lavoro dignitose ai contadini, alle loro famiglie e ai loro dipendenti".

“La protezione dell'ambiente, ad esempio le foreste primarie, e la conservazione delle risorse naturali come acqua, suolo, biodiversità ed energia sono componenti essenziali della produzione sostenibile del caffè e della sua lavorazione dopo la raccolta”.

“La sostenibilità economica è la base della sostenibilità sociale e ambientale”.

Conclusione

Tutte queste etichette si impegnano a migliorare e proteggere l'ambiente. Acquistando un caffè che ha una di queste certificazioni, contribuisci attivamente a quei nobili sforzi di biodiversità e conservazione.

Biografia dell'autore — Shane è un appassionato/dipendente del caffè che è sempre alla ricerca di informazioni divertenti sul caffè. Se non sta riempiendo gli ordini di chicchi di caffè (6) al lavoro, sta cercando un sentiero escursionistico da provare o sta lanciando il frisbee per il suo cane al parco.

Referenze
  1. Programma biologico nazionale Estratto da https://www.ams.usda.gov/about-ams/programs-offices/national-organic-program
  2. Fair Trade International Estratto da https://www.fairtrade.net/
  3. Rete di agricoltura sostenibile (SAN) Estratto da https://www.sustainableagriculture.eco/
  4. Etichetta certificata Utz Estratto da https://utz.org/
  5. 4 C Codice comune Estratto da https://www.4c-services.org/
  6. Chicchi di caffè verdi | Chicchi di caffè non tostati – Coffee Bean Corral Estratto da https://www.coffeebeancorral.com/

Lascia un tuo commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Condividi via
Copia link